MUT*Call for artist

L’Associazione culturale About lancia MUT*, una call for artist per sperimentare un nuovo contesto creativo per lo sviluppo di un’opera collettiva che rifletta sugli spazi e le dimensioni umane all’interno della città di Venezia. Il progetto viene presentato da Officina delle Zattere e supportato da Romana srl e Colorificio San Marco.

L’intento è quello di stimolare la crescita di un nuovo patrimonio artistico cittadino attraverso la diretta collaborazione tra soggetti provenienti dall’ambito artistico culturale e soggetti privati disponibili ad aprirsi con sensibilità e consapevolezza alla spinta innovativa di cui la produzione artistica si fa portatrice all’interno di un territorio.

MUT* è una call for artist aperta ad artisti under 35 che si occupano di graffiti e grafica, di  illustrazione ed arte figurativa in generale, mirata alla creazione di un’opera collettiva ideata e progettata sui pannelli che ricoprono la facciata in ristrutturazione di Palazzo Pemma in campo San Giacomo dall’Orio a Venezia.


I pannelli su cui verrà realizzato l’intervento rappresentano un margine temporaneo, uno spazio in transizione da una funzione universitaria a una ricettivo turistica, una sorta di linea di confine tra lo spazio pubblico del campo e lo spazio privato dell’albergo. Il margine verrà qui inteso non solo come confine ma come spazio aperto nel quale si praticano azioni, si  vivono emozioni, si innalzano ostacoli e si suggeriscono ipotesi di cambiamento nella convinzione che un piccolo segno può generare grandi conseguenze. In questo contesto la creatività degli artisti partecipanti potrà trovare respiro in una narrazione collettiva sui mutamenti culturali, politici ed emozionali della città contemporanea.

La facciata di Palazzo Pemma diventerà una superficie comunicativa in cui sarà possibile coinvolgere e comunicare con i residenti e i cittadini attraverso i diversi linguaggi che caratterizzano la contemporaneità.  Non un’altra pubblicità ma un’opera d’arte collettiva, non la messa a reddito di una superficie ma la messa in comune di storie, visioni e proposte per il futuro.




In questo contesto gli artisti sono invitati a parlare della e alla città, delle MUTazioni della Venezia contemporanea, attraverso le sue superfici, le sue pieghe e piaghe, i suoi risvolti. Sarà richiesto di considerare lo spazio proposto come punto strategico di osservazione e comunicazione nel quale immaginare narrazioni inedite e inaspettate attraverso l’ibridazione di diversi linguaggi e sensibilità espressive. MUT* intende arricchire una riflessione sul presente attraverso lo sguardo di giovani artisti in una città, quale è Venezia, da sempre a vocazione multiculturale e luogo di differenti sperimentazioni.

Nell’ottica di avvicinare gli abitanti alla comprensione dei nuovi linguaggi contemporanei e per stimolare la partecipazione attiva all’iniziativa, verrà istituita una giuria di esperti che insieme ai curatori, Chiara Gaspardo e Giovanni Fiamminghi, e agli abitanti selezioneranno il vincitore o la vincitrice di MUT*.

Artisti selezionati: Andrea Carrer, Alberto Lago, Ana Brumat, Andrea Villa, Giulia Sofi, Emanuele Caruso


Giuria:
Chiara Bertola, curatrice Fondazione Querini Stampalia
Chiara Barbieri, director of Publications and special projects, US Pavilion Manager at Peggy Guggenheim Collection
Chiara Gaspardo, presidente Associazione culturale About
Luisa Flora, Officina delle Zattere;
Fulvio Caputo, C and C architetti.

Artista vincitore: Andrea Villa




© Andrea Villa 2022